In compliance with the new directions for health and safety, our work is moving forward. All of our brokers are available for a live viewing of the properties in our portfolio. Contact us for further information.


In accordo con le nuove disposizioni in tema di salute e sicurezza, il nostro lavoro continua. Tutti i nostri brokers sono disponibili per un live viewing delle nostre proprietà. Contattataci per maggiori informazioni.
  • RICHIEDI INFORMAZIONI
Torna alla ricerca

Villa Torre del Grifone, Umbria e Toscana

Perugia, Via Tarquinia 
Trattativa Riservata 7.000 M2

DETTAGLI IMMOBILE

  • Indirizzo: Perugia, Via Tarquinia
  • Prezzo: Trattativa Riservata
  • M2: 7.000
  • Tipologia: Villa / Casa Indipendente
  • Riferimento: 4403

DESCRIZIONE

Villa la Torre del Grifone, Perugia. La proprietà si trova ad appena 7 chilometri da centro cittadino di Perugia, in posizione dominante con ampi panorami, mantenendo una privacy assoluta grazie alla dislocazione degli immobili ed il vasto parco storico che la circonda. Il terreno circostante comprende 5 ettari di giardino all'Italiana, con 4 ettari ulteriori di appezzamenti agricoli, che la rendono una proprietà unica nel suo genere.
L'edificio principale si é sviluppata già dal 15° secolo attorno ad una struttura anticedente, ovvero l'antica Torre di avvistamento, ancora ben visibile. Nel 1700 il compendio è stato di proprietà dei Marchesi di Monaldi, che qui vollero realizzare la loro residenza di alta rappresentanza. Successivamente, ad inizio '900, passò per le mani dei Bartoccini e poi, successivamente, alla Curia di Perugia. Solo negli anni '30, venne ripristinata l'orginario utilizzo residenziale, con l'avvento del Conte Francesco Maria Guardabassi, versatile ed eclettico artista e mecenate, che commssionò all'archistar dell'epoca, Ugo Tarchi, il ripristino della Villa. La Villa venne successivamente affittata dalla famiglia Bulgari, noti gioiellieri romani, ma venne occupata durante la seconda guerra mondile per esssere utlizzata come comando sia dagli ufficiali tedeschi, durante l'occupazione, che successivamente dagli alti comandi alleati durante la campagna di liberazione. Nel 1989 la Villa, deperita da decenni di abbandono, venne rilevata dalla famiglia Petrini che la restituirono, con un attento e scupoloso restauro, ai fasti di un tempo; ammodernando la Villa padronale, re-impiantando il giardino all'Italiana, ed aggiungendovi di una spendida piscina privata. Il complesso della fattoria, altro volume di interesse architettonico, é in gran parte ancora da ristrutturare, ma costituisce un importante ed interessantissima opportunità di sviluppo residenziale, o per un utilizzo di tipo turistico-ricettivo.