X

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per conoscere per primo le proprietà in vendita e rimanere aggiornato sulle ultime novità


  Accetto le condizioni sullaprivacy
  • RICHIEDI INFORMAZIONI
Torna alla ricerca

La splendida villa di Giacomo Puccini

Lucca, Via Carroggio 
Trattativa Riservata 1.044 M2

DETTAGLI IMMOBILE

  • Indirizzo: Lucca, Via Carroggio
  • Prezzo: Trattativa Riservata
  • Camere: 5
  • Bagni: 4
  • M2: 1.044
  • Mq. esterni: 2.500
  • Tipologia: Villa / Casa Indipendente
  • Riferimento: 1224

DESCRIZIONE

La villa di Chiatri fu la prima abitazione di proprietà del compositore, escludendo la casa natale a Lucca. Nel dicembre del 1898, dopo il successo di "Manon Lescaut" e della "Bohème", Puccini poté acquistare la vecchia villa dei Samminiati, per rifarla completamente. La villa si trovava in un luogo splendido, da cui si potevano vedere la costa, da Livorno a La Spezia, l`Arno e il Serchio, la Corsica e, nei giorni più limpidi, la Gorgona, la Capraia e la macchia della zona di San Rossore e Migliarino. I lavori di ricostruzione furono affidati all'ingegner Giuseppe Puccinelli e presero il via dopo che Puccini ebbe solennemente posato la prima pietra. Sì, gesto solenne perché le energie - tempo e denaro - che furono necessarie per completare i lavori dovevano essere in qualche modo osannate ufficialmente, visto che l'impresa, sin dall'inizio, si era presentata ardua, considerata l'assenza di una strada carrozzabile che giungesse sul posto. I materiali da costruzione, quindi, dovevano essere scaricati a Farneta, poi trasportati, avvalendosi di animali da traino, lungo un sentiero collinare di oltre 4 chilometri. La Villa, da ristrutturare, è costituita da 3 piani e seminterrato, 1044.40 mq in totale, e presenta i tipici elementi decorativi dello stile toscano: mattoncini rossi a vista, stilemi neoromanici nelle bifore con decorazione policroma a dividere visivamente il primo piano dal prospetto principale.

Dai Samminiati, Puccini conservò solo il seminterrato, come uso cantina e accessibile attraverso to scalinate esterne. Al piano terra si trova il salone, grande ingresso scenografico, lo studio, la sala da pranzo e cucina. Lungo una grande e sofisticata scalinata in marmo si raggiunge il primo piano, dove si trovano le stanze da letto, spaziose e con salottino adiacente e balcone. Dal primo piano si accede a l'attico, con un grande salone e con altre camere da letto. Giacomo Puccini seguiva non solo i lavori ma studiava e cercava i particolari di decoro, come la piccola scalinata in marmo al di fuori dell'ingresso principale e la mobilia interna, che fu realizzata da rinomati mobilieri fiorentini in stile liberty, con mobili chiari e laccati per completare gli ampi salottini. Come nelle altre successive residenze di proprietà del Compositore, non poteva mancare la forte presenza della natura: l'ampio giardino e il parco costituivano per Puccini un luogo di riposo e di pace, ma anche la meta ideale per le sue battute di caccia. Gli annessi alla Villa Puccini sono 3, tutti da ristrutturare. Il primo fabbricato ad uso abitativo è di 160 mq. Il secondo e più grande fabbricato abitativo è di 610 mq, e l'ultimo di 49 mq. Infine, appezzamenti di terreni boschivi e con ulivi di superficie catastale di 150.000 mq circondano gli annessi. La Villa può essere acquistata come singola proprietà insieme al suo giardino oppure insieme ai 3 annessi e terreno.